mercoledì 3 dicembre 2008

La vergogna della politica e non solo

Ma è mai possibile che in Italia sia tramontato il buon senso? La vicenda di Sky è quanto di più osceno si possa chiedere di vedere. Sono due giorni che non si parla quasi di altro. Prime pagine dei giornali, editoriali, tg, talk show e dichiarazioni dei politici a non finire.
Osceno per due ragioni. Una è la solita storia e riguarda l'ennesimo caso del conflitto di interessi. La seconda è più nel merito e mi fa porre la domanda che ci dovremmo fare sempre: ma di cosa stiamo parlando?
L'iva agevolata era un trattamento di favore a tempo. Siamo andati ben oltre e quindi c'è poco da discutere. Ma poi, qualcuno ha fatto due conti? Si tratta di "spiccioli" per chi paga l'abbonamento a Sky. È mai possibile che si debba assistere a tanto clamore? Passi il Governo, ma l'opposizione non ha niente di meglio su cui investire le proprie energie?
Le parole di gran parte degli esponenti del Pd nazionale sono di una tristezza inaudita. Sentirci poi fare la morale dai vari Gasparri, La Russa e Cicchitto è davvero penoso.
Per non parlare poi dei giornali. Stamattina vedere i titoli del Corriere e Repubblica davvero faceva venire solo tristezza.
Un paese con il più basso numero di laureati e diplomati dei paesi Ocse e non solo quelli, con gli indicatori culturali deprimenti (oltre due terzi degli italiani non legge nemmeno un libro all'anno), si appassiona a temi che vedono contendersi gli interessi di due plurimiliardari come Berlusconi e Murdoch per le quote tv.
Una tristezza e una vergogna. Giornate in cui passa la voglia di fare il lavoro che faccio e di viverci in questo paese.

4 commenti:

alessandro ha detto...

concordo pienamente...
sono di sinistra ma trovo ridicolo che il pd si sia schierato a difesa dello "squalo" murdoch e abbia dimenticato che il provvedimento era stato già richiesto al governo Prodi dall'UE...
Una pochezza disarmante

Tonino ha detto...

Pd? E cos'è? Un té inglese?

pino s. ha detto...

caro Giovannelli, scusa ma il tuo discorso è piuttosto riduttivo. Intanto la questione è che SKY (volenti o nolenti) rappresenta l'unica alternativa al duopolio Rai/Mediaset (i tiggì di Sky sembrano fantascienza, giusto per fare un esempio). Poi, sì, l'IVA è giusto pagarla per intero, però ricordiamoci:
A) di quanto avvenuto in passato con le pay-tv e perché ora vi era questa situazione "di privilegio" (e qui sentire Travaglio può essere utile)
B) pochi spiccioli in un momento di crisi contano, eccome
C) alla UE era sufficiente per fermare un'eventuale procedura di infrazione anche l'intenzione del governo di muoversi, e poteva farlo anche l'anno prossimo o in maniera graduale. Certo, il governo Prodi voleva intervenire, ma penso l'avrebbe fatto con misure diverse, proprio in relazione all'attuale situazione di crisi
D) per la nota vicenda delle frequenze di Rete 4 la UE si è pronunciata addirittura con una condanna, però a quanto pare (nonostante ci sia una sanzione di mezzo da pagare) non si vuole intervenire
E) per finire, come hai detto tu, è l'ennesimo caso di conflitto di interessi. Tanto è vero che la storia della UE è stata tirata fuori dopo e non subito

Giuseppe ha detto...

Maremma! Ma che ci facciamo a Varese senza il Giovannelli. Non fare scherzi! (imperativo). gG